Maratona Dles Dolomites

Publié le par Annalisa

Lo scorso fine settimana, più precisametne domenica 5 luglio si svolgeva l'annuale edizione della Maratona Dles Dolomites  e io...c'ero!!

No,no, tranquilli, non ho partecipato; come ormai è risaputo se la pendenza supera lo 0,01% le mie gambe si rifiutano di pedalare, pe cui la mia partecipazione era solo in qualità di accompagnatrice.
La Maratona è una manifestazione bellissima e molto ben organizzata, a parte la difficoltà per l'iscrizione ; se uno non è proprio fortunatissimo riesce ad iscriversi un anno su tre, in quanto si accede 'di diritto' dopo aver effettuato due iscizioni per le quali non si sia stati sorteggiati , a meno di non essere tra i bravissimi ciclisti che accedono 'per merito'.
E mio marito ha avuto la possibilità di partecipare per la seconda volta proprio quest'anno che non si è riuscito ad allenare per bene, capirete l'entusiasmo.
In ogni modo siamo partiti al venerdì pomeriggio appena finito di lavorare e in circa 4 ore abbiamo raggiunto la bella e comoda area di sosta per i camper di La Villa, in Alta Val Badia.
Il sabato era una giornata splendida e abbiamo potuto godere appieno dei panorami dolomitici che sono sempre una gioia per gli occhi e che da diversi anni mi mancavano.

Ovviamente non potevamo farci mancare una bella camminata, che avevamo stabilito dovesse essere tranquilla, primo per non affaticare l'altleta in vista della pedalata del giorno successivo, e secondo ma non meno importante, perchè io sono da sempre sostenitrice del fatto che le fatiche vanno affrontate con un minimo di allenamento...
Ragion per cui... partiamo.... e proprio vicinissima alla nostra area di sosta c'era una seggiovia che non avevamo mai preso, per il Rifugio Gardenaccia... vogliamo farcela scappare???
Naturalmente no !
Chiediamo all'addetto se 'a monte' c'è possibilità di mangiare e lui conferma che in circa 3/4 d'ora si può raggiugnere il rifugio: perfetto!
Arrivati alla stazione 'a monte' richiediamo (abbiamo tutte le cartine relative alle passeggiate della zona, ma essendo lì per un solo giorno mica abbiamo pensato di portarle) e l'addetto ci conferma che in un'ora il rifugio  si raggiunge , e che i sentieri sono due, uno a destra e uno a sinistra, quello a destra più largo e 'comodo'. La scelta è immediata: sentiero di destra, ma il fatto che il tempo di percorrenza sia aumentato non mi fa sentire troppo tranquilla.
Non oso pensare come potesse essere il sentiero di sinistra.
Nella foto qui sotto mi vedete mentre affronto la seconda parte del persorso, per me la più facile, prima di arrivare a questo punto ero veramente sfinita
Nonostante le dovute soste anche per fotografare i fiori in questo periodo davvero numerosissimi



abbiamo raggiunta la meta nel tempo indicato dai montanari, esattamente 3/4 d'ora, per cui mi ritengo in forma smagliante :) :) :)

Nel pomeriggio altra scarpinata di oltre 4 km per raggiugnere alcuni amici che erano per i nostri stessi motivi, a Corvara, e cena in loro compagnia.

La domenica, dopo la levataccia di rito perchè la partenza della corsa è alle 6.30, ma si deve essere in griglia ben prima, avevo dato forfait circa la mia presenza all'arrivo perchè la cosa voleva dire rifarmi la scarpinata della sera prima di 4,5 km , oltre altrettanti per il ritorno, poi vista la bellissima giornata e considerato il fatto che era un vero peccato non aproffittare delle poche ore di permanenza tra i monti , mi sono incamminata ed ero presente sul traguardo
La tristezza di dover ritornare, la mattina dopo, è stata mitigata dal fatto che dopo le due bellissime giornate di sabato e domenica, il lunedì pioveva.... ma la voglia di tornare presto è rimasta, chissà..
....

Publié dans viaggi

Pour être informé des derniers articles, inscrivez vous :

Commenter cet article

Loredana 18/07/2009 21:52

Che bei posti!! Qui l'amante della montagna è principalmente mio marito, solo che lui ci farebbe solo le vacanze, io ci vorrei vivere! Fabio avrebbe gradito una foto di Corvara Quelli erano i luoghi delle sue vacanze da bambino e da ragazzo, hai risvegliato un sacco di ricordi Un bacio e buona domenica,Lò

Annalisa 19/07/2009 13:58


ops...a saperlo prima Lò ne avrei fatte!
Ma oltre quella sul traguardo, dove di Corvara non si vede nulla, altre non ne ho scattate, ma quel giorno era tutto transennato e sottosopra, per ovvi motivi. Nemmeno l'avrebbe riconosciuta
Corvara... anch'io ho moltissimi ricordi di vacanze passate e per questo ci torno sempre volentiri anche se vorrei fermarmi un po' di più.


Francesca 17/07/2009 09:58

Wow che giornata meravigliosa Anch'io come Nadia - Sachrertorte ho preso una grandinata micidiale scendendo dal Gardenaccia arrivati a Plaion abbiamo trovato anche la neve (era fine agosto) Francy

rita 16/07/2009 00:30

Mamma mia Anna! che bei posti!!!e che colori!(mi riprendo solo adesso da un pomeriggio troooooooppo caldo!!!)

carmen 15/07/2009 13:03

Appena lette le prime righe mi sono detta: cavoli, l'ha fatta, poi ho capito meglio, pero' deve essere un'esperienza bellissima, magari ti ho anche visto . . . io l'ho seguita in TV :-)ciao Carmen 

Fran 15/07/2009 07:49

Ciao annalisa.. che posti meravigliosi... :) grazie per averne parlato. non sono mai stata sulle dolomiti. devono essere bellissime viste da vicino. mi sono segnata i nomi dei posti che avete visitato non si sa mai che prima o poi andremo... un abbraccio forte Fran