Il fiume scorre verso Oriente

Publié le par Annalisa

Domenica mattina sono finalmente riuscita a  leggere le ultime pagine di questo libro che stazionava sul mio comodino da prima di Natale, e non perchè brutto o scritto male, ma proprio per un mio disamore per tutto quello che è cinese, quanto meno... i nomi!!! Una fatica ricordarseli tutti, così simili tra loro (a parte ovviamente i nomi occidentali) che è stato un piacere quando mi sono trovata a leggere il nome di Chiang-Kai-shek, almeno questo conosciuto!! Già il primo impatto l'ho avuto appena aperto il libro e ,mi sono trovata davanti diverse pagine contenenti tutto l'elenco di  nomi dei personaggi che sarebbero poi via via apparsi.
Devo però ammettere che la vicenda , che si svolge nella Cina degli anni 20, è ben raccontata dallo scrittore ed è anche abbastanza avvincente, ma ,credo per mia scarsa conoscenza della storia di questa nazione in particolare e del periodo storico in generale, mi ha a tratti annoiato  quando si parlava delle lotte che infuriavano tra i vari 'signori della guerra' e l'esercito nazionalista, mentre mi è piaciuto nelle parti riguardanti lo stile di vita e le tradizioni della popolazione cinese.
Per meglio approfondire mi sono ripromessa di prendere prossimamente il primo libro di questo scrittore 'Il palazzo dei piaceri celesti', ma prima devo recuperare sul fronte lettura con 'Il cacciatore di aquiloni' (iniziato già ieri sera) e 'Mille splendidi soli' che sono in attesa da un bel po'.

Publié dans libri

Commenter cet article